Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Chailly racconta la fanciulla del west

In onda il 12 maggio a partire dalle ore 20.45.

Presentata per la prima volta al Teatro alla Scala nella sua versione originale, “La Fanciulla del West” di Puccini, con la direzione di Riccardo Chailly e la regia di Robert Carsen, è trasmessa da Rai Cultura giovedì 12 maggio alle 21.15 su Rai5, con la regia televisiva di Patrizia Carmine. Lo spettacolo vede protagonista il soprano Barbara Haveman, impegnata nel ruolo della protagonista Minnie. Accanto a lei il tenore Roberto Aronica, nei panni di Dick Johnson, e il baritono Claudio Sgura come Jack Rance.
 
Prosegue quindi, dopo il successo di “Turandot”, il progetto del Teatro alla Scala e di Riccardo Chailly di presentare tutte le opere di Puccini alla luce delle numerose ricerche musicologiche che nel corso degli ultimi anni hanno profondamente mutato la percezione del compositore, ma spesso non sono ancora giunte alle scene.
 
“La fanciulla del West” torna quindi alla Scala in forma ringiovanita dopo 21 anni: destino di un titolo sempre amatissimo da pubblico e direttori d’orchestra ma relativamente poco eseguito, soprattutto a causa della complessità dell’esecuzione e della messa in scena. Oltre all’impegno delle parti principali, basti ricordare che  l’opera impegna 18 cantanti, mentre l’orchestra deve affrontare una complessità ritmica con pochi precedenti, cui si aggiunge una straordinaria stratificazione di temi popolari, citazioni dal folklore americano, dal ragtime ai canti indiani.
 
La produzione di Robert Carsen vede Puccini come compositore e uomo di teatro all’avanguardia, pronto al confronto con le sfide poste dalla nuova industria dello spettacolo. La musica di Puccini sarà saccheggiata dai compositori di colonne sonore per decenni a venire, ma è soprattutto la struttura drammaturgica a colpire Carsen. Il primo atto, che presenta i personaggi ambientandoli tra le scenette dei minatori impegnati a bere e giocare, è già un tipico western, costruito secondo gli stereotipi diffusi da Buffalo Bill. Proprio su questo sfondo animato e coloratissimo si staglia con più evidenza la malinconia della protagonista Minnie, la sua voglia di illudersi ma anche la sua ferrea determinazione. 
 
La serata su Rai5 è preceduta, alle 20.45, dalla cronaca dell’incontro del 27 aprile tra il Maestro Chailly e gli studenti delle Università milanesi. L’incontro ha l’obiettivo proseguire il dialogo con gli studenti già intrapreso dal Direttore Principale della Scala sui titoli principali della stagione del teatro, inaugurato con “Turandot” e “Giovanna d’Arco”. 
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo