Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Elisir a Malpensa

Elisir d'amore a 360°

Il progetto
Nucleo dell’iniziativa che Rai Cultura ha realizzato con il Teatro alla Scala e altre televisioni straniere (Arte,RSI...) è un titolo cardine del repertorio: L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, noto anche al grande pubblico per arie come “Una furtiva lagrima”.
I personaggi, interpretati da un tenore di sicura presa televisiva come Vittorio Grigolo e dall’emergente Eleonora Buratto, si muoveranno negli spazi dell’aeroporto ripresi dalle telecamere.
Il pubblico presente nell’aeroporto vedrà dal vivo le singole tessere di un mosaico che si ricomporrà solo sugli schermi televisivi con il coordinamento musicale di uno dei nostri più prestigiosi direttori d’orchestra, Fabio Luisi

Non si tratta quindi della semplice ripresa di una recita ma di un autentica nuova produzione che nasce per la trasmissione in diretta in tv e sul web. Uno spettacolo che fa parte della nostra storia assume una forma inedita coinvolgendo come in un flash mob il pubblico in transito in un aeroporto, luogo simbolo della contemporaneità. Il mezzo televisivo diventa così il collegamento tra una tradizione che costituisce parte integrante dell’identità italiana e un’audience molto più vasta di quella che frequenta i teatri d’opera.

L'opera
Ascoltata con attenzione, è un’opera buffa, piena di allegria e umorismo, ma con tanto cuore e un fondo di malinconico disincanto. In nessun’altra opera comica troviamo il patetismo di passi come “Una furtiva lagrima”.
Sembra una semplice storiella di buon senso, ma si basa su un libretto di Felice Romani che al gran mestiere poetico unisce la lucidità spietata di un trattato di antropologia.

La ragione si fa burla delle superstizioni e solo uno sciocco può credere ai filtri d’amore. Infatti l’unico a crederci è Nemorino. Ma alla fine l’onestà del sentimento ha la meglio sull’impostura. Adina riconosce la vera costanza di Nemorino e lo premia scegliendolo. O forse era solo venuta a sapere della sua improvvisa ricchezza? Il dubbio resta. Regia del tedesco Grischa Asagaroff, che dovrà districare l’intreccio di amore, risate e crudeltà nei rapporti sociali.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo